Liliana Bottero

Vive a Torino e ha insegnato a lungo lingua e civilizzazione francese. Ha pubblicato testi didattici e tradotto dal francese saggi e testi scientifico-lingustici; poi, in campo letterario, per le edizioni "Illisso" , ha tradotto "Habel" di Mohammed Dib e "L'amour et l'exil" di Eduardo Manet. Per "Le Nuove Muse" ha tradotto "Regina Poku" di Véronique Tadjo e "La prova dell'arco" di Habib Tengour, (in fase di lavorazione).


Marina Sirka Mosur

Marina Sirka Mosur nasce a San Francisco, Stati Uniti, nel 1971. Linguista e traduttrice, si è laureata in lingue e letterature straniere moderne e ha conseguito un dottorato di ricerca in teorie delle lingue e dei linguaggi presso l'Università degli studi "L'Orientale" di Napoli. Traduce letteratura e saggistica dall'inglese all'italiano e dall'italiano all'inglese. Insegna inglese e tiene seminari di teoria e pratica della traduzione presso università e scuole di scrittura. Vive a Napoli.

Ho scelto di tradurre usando la lingua come strumento di conoscenza di un'altra lingua, quella personalissima di Dixon, appunto. Ben poco ho fatto per adeguare a un italiano 'gentile' la sintassi, ora ridotta all'essenziale ora spinta fino alle sue massime possibilità, di questo autore. Perché a me pare che End of I. voglia travolgere qualsiasi lingua lo accolga come fanno i ricordi con il sagace narratore-protagonista.


Gonzalo Hernández Baptista

Poeta, scrittore, traduttore (dall'italiano verso lo spagnolo e viceversa) e fotografo, sta concludendo il master in tecniche della narrazione della Scuola Holden di Torino. Nato in Spagna (Ciudad Real, La Mancha), ha ottenuto diversi riconoscimenti per la sua produzione letteraria (racconti). Attualmente lavora come docente di spagnolo all'Università Popolare di Torino. Ha tradotto in spagnolo la narrativa di Buzzati e in italiano, per Le Nuove Muse, "Racconti Perversi" di Javier Tomeo, autore da lui stesso proposto.


Irene Stelli

Nata a Napoli, editor de Le Nuove Muse, è laureata in lingue e letterature straniere, ha frequentato il corso di specializzazione "Il Traduttore Letterario" organizzato dalla Scuola Europea di Traduzione Letteraria, S.E.T.L., nel 2004. Ha tradotto dal francese insieme con Egi Volterrani "Turpestato" (Sony Labou Tansi) e "Garçon manqué" (Nina Bouraoui) per "Le Nuove Muse". Ha inoltre svolto diversi stage presso biblioteche, case editrici e una società di post-produzione cinematografica, sempre come traduttrice dal francese. Ha tradotto alcuni brani per la rivista letteraria "Sud".


Egi Volterrani

Architetto, traduttore, scrittore, conoscitore e promotore della cultura africana, Egi Volterrani è il direttore editoriale de "Le Nuove Muse". Ha tradotto e curato diversi testi della francofonia per le edizioni "Epoché", ha curato 2 antologie di teatro africano (per Einaudi e per Bulzoni) e la traduzione alcuni dei testi più significativi di Sony Labou Tansi: "Le sette solitudini di Lorsa Lopez", per le edizioni Einaudi, e "Nemico del popolo", per le edizioni "Epoché". Ha lavorato per numerose case editrici (traducendo oltre 150 testi), occupandosi anche di poesia (Habib Tengour, Tahar Ben Jelloun e altri). Per "Le Nuove Muse" ha tradotto, con Irene Stelli, e curato "Turpestato" di S. L. Tansi e "Garçon manqué" di Nina Bouraoui.


Elvira Diana

Professore a contratto, per il corso di Letteratura Araba e di Traduzione dall'Arabo presso l'Università degli studi Gabriele D'Annunzio di Pescara e presso l'Università degli studi di Napoli L'Orientale, ha pubblicato le traduzioni dei racconti La Bidella, di Badriyya al-Bashar, in "Rose d'ASrabia", racconti di scrittrici saudite, a cura di I. Camera D'Afflitto, e L'Aria di Ba-albek, in "Lo Specchio degli Occhi", a cura di Younis Tawfik.

Di prossima pubblicazione studi e recensioni su scrittori magrebini, in particolare libici. Per Le Nuove Muse, con Marco Galiero, ha tradotto "Da la Mecca a qui".


Marco Galiero

Laureato presso L'Orientale di Napoli, con una tesi sulla narrativa algerina degli anni 90, ha tradotto dal francese Rosa delle Sabbie, racconto-poema del tunisino Hédi Bouraoui. Con Elvira Diana, ha tradotto, per Le Nuove Muse, "Da la Mecca a qui" di al-Sadiq al-Nayhum.


Paola Sacchi

Insegna Antropologia del Medio Oriente e del Mediterraneo presso l'Università degli studi di Torino. Ha svolto ricerche tra gruppi beduini del Negev ed è autrice di "Nakira. Giovani e Donne in un villaggio beduino di Israele".


Mario Prayer

Docente di Storia dell'India Moderna e di Lingua e Letteratura Bengali presso la Facoltà di Studi Orientali della Sapienza, Roma. Ha tradotto opere narrative dal tedesco (Lou Andreas-Salome) e dall'inglese (Margaret Oliphant, Horace Walpole, Ann Radcliffe), oltre a saggi di argomento indianistico. Dalla bengali ha tradotto alcune canzoni di Rabindranath Tagore e, per Le Nuove Muse, "Il barcaiolo del fiume Padma" di Manik Bandopadhyay.